Stemma Consulta Ligure
Home Area Riservata

L'associazione

 Statuto
 Regolamento
 Cariche Sociali
 Associazioni
 Sede
 Comunicazioni

Gli eventi

 Tutti gi¨
Premio Jacopo Varaldo
Riconoscimento Vito Elio Petrucci
 Premio Govi
 Liguria Racconta
Archivio
 Meraviglie
 Meraviglie

Articoli

Simone Repetto
 Articolo Savona
 Noi "protagonisti"
 Limonte?

Collegamenti

 Istituzionali
 Altri Links
 

 

ENRICO CARBONE

Un indimenticabile presidente

Enrico Carbone non Ŕ pi¨ tra noi, se n’Ŕ andato in silenzio, con la stessa semplicitÓ e umiltÓ con cui ha vissuto; con la stessa modestia che lo ha sempre contraddistinto. Se n’Ŕ andato lunedý 17 agosto 2009 dopo una vita vissuta intensamente in famiglia, con la moglie Maria Grazia, sposata nel 1948 e coi figli Guido e Maria Teresa. Da sempre impegnato nel mondo dell’associazionismo e difensore dei valori identitari della sua Genova e della Liguria, Enrico Carbone (per gli amici Rice) si Ŕ distinto nella vita per la fierezza del pensiero e per una personalitÓ di grande spessore umano. SensibilitÓ, gentilezza e schiettezza sono stati decisamente i suoi valori primari.
Il suo profilo era la severitÓ critica e il rigore morale che, normalmente, sono connotazioni proprie dell’uomo aperto al bene e legato al giusto. Un uomo fortemente attaccato, oltre che alla famiglia, alla sua associazione A Compagna e alla Consulta Ligure sino al punto di mettersi in discussione pur di orientarle verso destinazioni di progresso, inteso come acquisizione continua di opportunitÓ, di crescita e di avanzamento.
Enrico Ha dato il meglio di te stesso, convinto che solo attraverso la cultura locale si pu˛ realizzare la crescita e lo sviluppo della “ligusticitÓ”.
Ci restano i suoi ideali, gli stessi ideali che coltiv˛ con la nascita della Consulta Ligure per la quale diede tutto se stesso, senza reticenze o riserve anche dopo aver lasciato la presidenza.
Mercoledý 19 agosto la sua Genova gli ha reso l’ultimo saluto nella chiesa di San Nicol˛ gremita come non mai da una folla commossa. Tanti, tantissimi amici, conoscenti, colleghi hanno partecipato ai solenni funerali. Durante la messa Franco Bampi, Presidente de A Compagna, ha ricordato la figura umana e professionale di Carbone “La scomparsa di Enrico – ha detto Bampi – lascia un senso di vuoto in tutta la la nostra associazione. ╚ stato un grande Maestro perchŔ le sue idee e i suoi insegnamenti hanno rappresentato per me materia di apprendimento e crescita”. Ho avuto il piacere di conoscere abbastanza bene Enrico e, come disse Giovanni XXIII░ in occasione delle esequie di Papa Pacelli, “non piangiamo se il Signore ce l’ha tolto, ma ringraziamo Iddio per avercelo donato”.

Elmo Bazzano